Dei tori al veganismo

La prima fiera di stile di vita vegan 

fiera

Dei tori al veganismo. Lo spettacolo della sofferenza degli animali, la difesa al massimo dei loro diritti. Così si è evoluto il Barcellona e l’ex plaza de toros di Las Arenas, che ospiterà il 1 aprile e il 2, il primo festival di stile di vita vegan, che si celebra in Spagna. “Sembrava molto simbolico, mostra un’evoluzione”, dice Cristina Rodrigo, direttore di ProVeg Spagna, in riferimento al luogo scelto. Nello spazio La Cupola verrà installato con più di sessanta espositori per diffondere il veganismo dal cibo, cosmetici, moda, arte, e di attività di famiglia. L’evento è l’iniziativa di ProVeg, un’organizzazione internazionale che nasce nel 2011 in Germania e sta per presentare la sua controllata spagnola di.
Barcellona è la prima città dichiarata veg-friendly di Spagna. Questo è uno dei motivi per cui ProVeg è impostato nella capitale catalana, spiega Rodrigo, che inaugurerà la fiera di sabato con una conferenza dal titolo ” perché il nostro futuro è vegan? Lei è convinto e, oltre a difendere i diritti degli animali, andare all’ONU a sostenere la sua convinzione: “Un cambiamento globale verso una dieta vegana è di vitale importanza per salvare il mondo dalla fame, la precarietà e le peggiori conseguenze del cambiamento climatico”.

Durante la due giorni, per questo la fiera offrirà prodotti di consumo alternativo al tradizionale mercato, prodotte senza generare alcun tipo di sfruttamento degli animali. Questo è il modo di definire la filosofia vegan, uno stile di vita che rispetti i diritti degli animali e li rende simili a quelli dell’uomo. Si tratta di un evento che si rivolge a professionisti del settore, come i proprietari di ristoranti o negozi vegan, è possibile scoprire i fornitori, e il pubblico in generale, che avranno l’opportunità di conoscere nuovi marchi, tra cui quelli internazionali.

Verdure e frutta fresche

verdure e frutta

Soprattutto, ci sarà cibo e prodotti per la cura personale, ma anche attività come conferenze e dimostrazioni di cucina. Tra gli ospiti sono chef Toni Rodriguez, la quantità di moto del workshop Lujuria Vegana, ci sarà un esposizione di dolci vegan, o Alex Pirla, che mostreranno le loro abilità in cucina per cucinare senza prodotti di origine animale. Anche partecipare a Marta Martinez, del popolare blog Me, dieta vegana. Enti per la difesa dei diritti degli animali: Animali di Uguaglianza, di Anima Naturalis e La casa provegan.
Rodrigo spiega che la tendenza vegana sta per salire. Secondo lo studio, La rivoluzione verde, realizzato dalla società di consulenza, Lanterna, il 7,8% della popolazione spagnola è vegetariano, un termine che comprende i vegani, vegetariani e anche flexiterianos, coloro che seguono una dieta prevalentemente vegetariana, ma prontamente mangiare prodotti di origine animale. Più severe sono il 1,5% della popolazione che si è dichiarato vegetariano e 0,2%, che è completamente vegan. Rodrigo riconosce che “oggi è impossibile essere al 100% vegan”, ma quando si decide di “fare tutto il possibile” per essere vero per i tuoi principi.

VeggieWorld

veggie world
La prima edizione di VeggieWorld è stata fatta in Germania, nel 2011, è in crescita e già si svolge in diverse città d’Europa. Quest’anno sarà fatto in 14, e Londra è anche tra i che sono incorporati. La volontà di ProVeg è quello di pianificare una mostra proprio come il prossimo autunno a Madrid e festeggiare due volte all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *