“Preferisco rilassarmi e rilassarmi”: perché i millennial bar non vanno in giro in discoteca

Gli studi suggeriscono che i giovani sono caduti in disgrazia con i locali notturni. Abbiamo chiesto ai nostri lettori di dirci se è davvero così – ecco cosa hanno detto

Tqui ci sono un sacco di ragioni per le quali Kaley, 23, non andare in discoteca più. Per cominciare, è troppo costoso, con taxi, spese di porta e alcol per pagare. Inoltre, i club, anche nella capitale, sono deludenti: chiudono alle 2 del mattino, molto prima dei locali di Berlino, e proprio quando inizi a divertirti è tutto illuminato.

È una storia simile per Michelle, 24 anni, che dice di essere uscita molto all’università, ma ora preferisce rilassarsi a casa e spende i suoi soldi in grandi eventi come i festival. “Tutti bar hanno bisogno di una serata fuori, ma non deve essere in un club”, dice.

Queste sono solo due storie inviate al Guardian in risposta al nostro sondaggio che chiedeva ai millennial (di età compresa tra i 18 e i 35 anni) sul loro rapporto con un passatempo un tempo prezioso: il clubbing .

Gli studi suggeriscono che i giovani di oggi non ne sono più innamorati, e nel suo ultimo rapporto di tendenza l’Office of National Statistics ha abbassato il prezzo dell’ammissione al nightclub dall’elenco dei beni e servizi comuni usati per calcolare l’inflazione .

Centinaia di club hanno chiuso negli ultimi anni . Il declino del nightclubbing è stato attribuito, in parte, al divieto di fumo e alle leggi rilassanti sulle licenze che rendono più attraenti bar e pub. Ma è stato anche suggerito che molti giovani, come Michelle, ora preferiscano semplicemente una notte in contrasto con una serata fuori, incontrando persone attraverso piattaforme di incontri online come Tinder .

Abbiamo ricevuto 196 risposte al nostro invito al clubbing, con la stragrande maggioranza (131) che ha convenuto bar che una notte in era ora preferibile a una serata fuori. Inoltre, 70 persone hanno detto che la generazione Y era meno interessata al club, rispetto a solo 45 che hanno detto di più. Tuttavia, non tutti hanno risposto a questa domanda.

Quindi, perché la gioventù di oggi non ama più i club? Non è necessariamente quello bar che si potrebbe pensare: 98 intervistati hanno affermato che la loro generazione non è stata meno interessata a incontri faccia a faccia a causa dell’ascesa dei social media (rispetto ai 33 che hanno detto di esserlo), ancora una volta, non tutti hanno risposto a questo domanda).

Ecco alcuni dei motivi per cui i millennial non vogliono più uscire, con le loro stesse parole:

È troppo caro

Molti hanno parlato del prezzo crescente di una serata fuori. Lucy, 25 anni, da Londra, ha bar dichiarato: “Perché essere stipati in un club sudato o limitarsi a una manciata di attività della vita notturna senza cervello quando potrei fare molto di più a casa con meno soldi, con un maggiore valore culturale e senza il fastidio del trekking su?”

E anche quelli che si godono una serata fuori accettano che è almeno in parte perché è ancora accessibile dove vivono. Helen, 23 anni, di Newcastle, ha dichiarato: “Sono fortunato a vivere in una delle poche parti del Regno Unito dove una serata fuori è ancora relativamente conveniente. Un taxi in città ti costerà non più di £ 10 e le bevande sono raramente più di £ 3 o £ 4. La scena del locale notturno è anche più diversificata a Newcastle, e si rivolge a più generi e fasce d’età. ”

Harri, 27 anni, da Londra ha sottolineato che una serata fuori ora costa quasi quanto un weekend. “Penso che ballare e sudare importi ingenti a musica ad alto volume è un bene per l’anima. Ma ora puoi fare delle vacanze in città economiche per il prezzo di una buona notte fuori che non ti ricorderai a Londra. E le vacanze in città sembrano migliori su Instagram. ”

I club in questi giorni bar sono spazzatura

Un sacco di persone hanno criticato il fatto che la musica non è più quella di Scin, 35 anni, dall’Australia, che ha detto in modo abbastanza sintetico: “Non mi mancheranno i locali notturni perché la musica è una merda adesso”.

Tom, 33 anni, di Londra, ha lamentato la scomparsa di grandi locali di club: “I buttafuori sono sempre scortesi e aggressivi senza motivo; I DJ di solito suonano ciò che vogliono non quello che la gente vuole ascoltare; le bevande bar sono troppo cari. L’ultima volta che sono andato a Fabric, la musica era ancora buona ma mi sono reso conto mentre stavo uscendo che ero stato derubato. ”

Molti di coloro che hanno risposto hanno anche espresso la preferenza per grandi serate o festival, dove potrebbero godersi il tempo di qualità con gli amici, piuttosto che le esperienze regolari del club. Blaynos, 26 anni, di Londra, ha dichiarato: “Preferisco spendere i miei soldi andando a provare qualche nuovo cibo piuttosto che andare in una discoteca troppo cara, e passare le mie giornate basse a rilassarci a casa con gli amici”.